Rimini. Si ubriaca alla Comunione e scatena l’inferno: picchia la moglie e tira testata ad agente

Mag 10, 2022

  • Condividi l'articolo

    49enne è stato condannato per direttissima a 6 mesi di reclusione con pena sospesa. Alla comunione del figlio dell’amico infatti ha scatenato l’inferno, in preda ai fumi dell’alcol. Ha infatti tirato un ceffone alla moglie che non voleva si mettesse alla guida, si è scontrato con un Vigile del fuoco intervenuto in difesa della donna, infine ha preso a testate un poliziotto intervenuto per sedare gli animi che si erano evidentemente sin troppo surriscaldati. I fatti sono andati in scena domenica a Rimini, fuori da un ristorante dove appunto si erano tenuti i festeggiamenti. Il culmine è arrivato quando il soggetto, con precedenti, ha visto le divise: alla richiesta di documenti ha risposto con chiare minacce:  “Voi non sapete chi sono io, nella mia vita ho commesso molti reati e girato parecchie carceri. Vi ammazzo a tutti”. Quindi è passato alle vie di fatto sferrando una testata in faccia ad uno dei due agenti. Arrestato, è stato immediatamente processato nella giornata di ieri.