RIMINI. Sicurezza stradale; accolte le proposte del consigliere Zoccarato per la messa in sicurezza di via Verenin. “Una buona notizia per le famiglie e i residenti”

Dic 30, 2021

  • Condividi l'articolo

    Rimini, 30 dicembre. Con l’approvazione del bilancio di previsione del Comune di Rimini, sono state accolte anche le sollecitazioni del consigliere della Lega, Matteo Zoccarato, per “un innalzamento del livello di attenzione e messa in sicurezza di via Grazia Verenin, una delle arterie a scorrimento veloce più pericolose e discusse di tutta Rimini.”
    “Ringrazio di cuore tutte le forze politiche del nostro Comune per il senso di responsabilità dimostrato nei confronti di questa situazione drammatica e di lungo corso. Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale, nel presentare il bilancio di previsione per il prossimo triennio ha preso atto della pericolosità di via Verenin e, con grande rispetto per i residenti, ha finalmente accolto i miei suggerimenti per metterne al sicuro il tracciato e il transito di pedoni e ciclisti. Sono state infatti finanziate la progettazione di una rotatoria nell’intersezione con Via Lotti, la messa in sicurezza della pista ciclopedonale e la realizzazione di una fermata dell’autobus a ridosso del centro abitato. Si tratta di un traguardo importante che non ha colore politico e che rispecchia la volontà di tutto il consiglio comunale di lavorare a beneficio della città. Dopo tanti anni” – conclude Zoccarato – “posso ritenermi soddisfatto e guardare al futuro di questa strada con maggiore serenità. Naturalmente, vigileremo sull’esecuzione dei lavori e sulla qualità degli stessi. Ma, dopo un lungo periodo di silenzio, il finanziamento di tutti e tre gli interventi accende una luce di speranza importante per via Verenin e i suoi residenti.”

    Lega Romagna

  • Tonfo di Tesla a Wall Street, Musk scommette su robot

    Tonfo di Tesla a Wall Street, Musk scommette su robot

    L'utile record del 2021 non basta a Tesla. A Wall Street i titoli del colosso delle auto elettriche chiudono in calo del 12% bruciando in una seduta 109 miliardi di capitalizzazione di mercato. A innervosire gli investitori è il fatto che Tesla non lancerà quest'anno...