Rimini. Sorpreso a spacciare dalla volante: arrestato un giovane 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente

Sorpreso a spacciare dalla volante: arrestato un giovane 27enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

La Polizia di Stato di Rimini, nella giornata di ieri, 11 luglio 2020, durante un’attività di controllo e monitoraggio del territorio, ha tratto in arresto un cittadino tunisino di 27 anni, resosi responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel transitare in questa via Matteotti gli operatori notavano due soggetti confabulare in maniera sospetta sotto il ponte della via stessa. Senza farsi notare dai due, i poliziotti scendevano dall’auto per effettuare un controllo, notando uno dei due soggetti, 27enne originario della Tunisia, in possesso di regolare permesso di soggiorno, cedere all’altro, 18enne originario dell’Iraq, due sacchetti di cellophane contenente marijuana in cambio di alcune banconote. Fermati dagli operatori, gli stessi non nascondevano quanto accaduto, e il più giovane dei due raccontava di aver conosciuto la sera prima il 27enne, il quale alla richiesta di stupefacente, lo stesso gli dava appuntamento per l’indomani sotto il ponte di via Matteotti per lo scambio. Gli operatori così sottoponevano lo spacciatore a perquisizione personale, rinvenendo le banconote appena cedute dal 18enne e a perquisizione domiciliare, rinvenendo altre dosi di marijuana suddivisa in sacchetti di cellophane.
Tali circostanze hanno portato all’arresto del cittadino tunisino, sottoposto a rito direttissimo previsto nella mattinata di domani, per detenzione ai fini di spaccio della sostanza stupefacente ed alla segnalazione amministrativa, per detenzione a fini di consumo personale del cittadino iracheno.