Rimini. Spari contro l’auto del commercialista riminese: la Cassazione mette la parola fine alla vicenda

La Cassazione ha confermato la condanna a cinque anni e otto mesi inflitta a un commerciante d’auto originario di Avezzano (L’Aquila), accusato di essere il mandante di un avvertimento a colpi di pistola contro l’auto e il portone dell’abitazione di un commercialista di Rimini. Sullo sfondo una vicenda di raggiri agli acquirenti emersa proprio nel corso dell’inchiesta della Squadra mobile sull’attentato ai danni del professionista riminese avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 aprile 2017. Era stato proprio quest’ultimo a lanciare l’allarme sui raggiri messi in campo dal soggetto.