Rimini. Sta bene il giovane riminese contagiato da vaiolo delle scimmie

Giu 29, 2022

Condividi l'articolo

È un riminese il quindicesimo caso di vaiolo delle scimmie in Emilia Romagna. Si tratta di un ragazzo di poco più di vent’anni che aveva manifestato sintomi riconducibili alla malattia (la febbre, la comparsa di pustole e vescicole, malessere e stanchezza), pur non essendo di ritorno da alcun viaggio, né in Italia né all’estero. Le condizioni del giovane non sono gravi, tanto che si sta curando a casa. La malattia insorge fra i 6 e i 13 giorni dopo l’esposizione al virus, e generalmente dura dalle due alle quattro settimane, con sintomi che si risolvono spontaneamente. I casi di vaiolo delle scimmie sono in forte aumento su scala mondiale e soprattutto in Europa: il 22 giugno sono state registrate 3.413 infezioni contro le 2.103 della settimana precedente.