Rimini. Stupro e sequesto di persona: condannato ristoratore

Apr 15, 2021

  • Condividi l'articolo

    Condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione (8 e mezzo quelli chiesti dalla Procura) e 10 mila euro di risarcimento danni un cittadino pachistano, titolare di un kebab, accusato di sequestro di persona e violenza sessuale aggravata. Concesse tutte le attenuanti possibili, anche in presenza di una recidiva seppur non specifica, nonostante sul suo capo penda un altro procedimento penale, sempre per stupro di una giovane straniera. I fatti risalgono alla notte tra il 25 e 26 ottobre del 2018. L’uomo, verso le 22, aveva invitato la vittima a prendere un tè a casa sua. Una volta entrata, lui aveva chiuso la porta a doppia mandata, ed aveva subito iniziato gli approcci sessuali e la violenza. La vittima aveva denunciato i fatti un giorno dopo essere riuscita a fuggire.