Rimini. Truffa aggravata ai danni dello Stato, istigazione alla truffa assicurativa, indebito accesso alle banche dati delle forze dell’ordine: destituito poliziotto

Truffa aggravata ai danni dello Stato, istigazione alla truffa assicurativa, indebito accesso alle banche dati delle forze dell’ordine: con queste accuse il prefetto Franco Gabrielli, capo della polizia ha firmato lo scorso 10 febbraio il decreto di destituzione per un ormai ex poliziotto in servizio alla Polaria di Rimini. Fra le altre cose il soggetto aveva prodotto certificati medici che lo hanno tenuto lontano dal lavoro per un anno e mezzo: esagerava i sintomi della malattia – una vecchia ernia del disco con conseguenti lombosciatalgie e cervico-nevralgie già riconosciute come invalidità permanente – nel tentativo di farsi riformare per motivi di servizio e riuscire così ad andare in pensione prima del tempo. Peccatto che era stato accertato come sollevasse fiaschi di vino, piuttosto che pesanti borse della spesa. E ancora girava per chilometri in auto come nulla fosse.