Rimini. Tunisino minaccia moglie col coltello e le vieta di parlare italiano: lei chiama i carabinieri dal balcone

Lug 4, 2021

  • Condividi l'articolo

    Minacciata dal marito con il coltello si affaccia al balcone e urla: “Chiamate i carabinieri”. Così il coniuge, un tunisino di quarantotto anni da anni residente a Rimini, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di maltrattamenti familiari. C’è voluta l’ennesima minaccia – dopo peraltro che le aveva sempre vietato di parlare in italiano – , lanciata da ubriaco sotto gli occhi dei figli, per convincere la donnaa rivolgersi alle forze dell’ordine. L’altro giorno lui ha estratto un coltello e gliel’ha puntato al braccio: “Ti uccido, ti butto fuori di casa, ti prendo i bambini e non te li farò vedere mai più”.