Rimini. Uccise ragazzo su panchina: killer torna in aula per l’appello

Uccise un ragazzo seduto su una panchina senza un motivo. Un gesto “folle” come lo stato mentale dell’assassino, condannato in primo grado solo a diciotto anni, “grazie” al vizio parziale di mente. Oggi l’autore dell’omicidio, il trentenne albanese Genard Llanaj, torna in aula a Bologna per il processo d’appello. Makha Niang, la vittima, cuoco senegalese di 26 anni si trovò nel luogo sbagliato, nel momento sbagliato: la passeggiata degli Artisti, in via Coletti, la notte tra il 17 e il 18 aprile 2018. Fu assassinato con due colpi di pistola esplosi dallo sconosciuto alla guida di un Suv.