Rimini. Usano la carta di credito rubata ma l’avidità li inchioda: pizzicati grazie ai punti fedeltà

Mag 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    Ristoratore e fidanzata indagati per indebito utilizzo di carta di credito. La vittima era sicura di avere scordato il portafogli poco prima nel locale dove aveva mangiato un panino. Eppure quando era tornata a riprenderlo le avevano risposto che lì non c’era. Nel borsello c’erano documenti e un biglietto aereo oltre a 1.500 euro e 500 dollari in contanti per il viaggio negli Usa. Dopo avere presentato denuncia ai carabinieri, un paio di giorni dopo la donna di accorge che erano stati prelevati dal bancomat 32 euro per la spesa a una cassa Conad e altri 20,06 euro di acquisti, questa volta con il suo bancomat. Tessera che poco dopo sarà usata per un pagamento in un negozio della catena Tigotà: ed è qui che l’avidità ha fatto si che i responsabili venissero pizzicati. La giovane che aveva fatto l’acquisto, infatti, non ha resistito alla tentazione di far accreditare i punti sulla sua carta fedeltà. I carabinieri sono così agevolmente risaliti alla fidanzata del ristoratore del locale dove la vittima era sicura di avere scordato il portafogli.