Rimini. Vaccini, Bonaccini: “Noi siamo pronti a quadruplicare la nostra capacità”

Così Bonaccini: «Ancora non si sa bene perché Pfizer abbia scelto unilateralmente di tagliare le forniture di vaccini: la colpa dei tagli anche al 50 per cento, come quello subito dalla nostra Regione, non è del Governo, né del commissario straordinario Domenico Arcuri, ma della scelta unilaterale di Pfizer. Adesso però serve un riequilibrio». È perentorio il governatore dell’Emilia-Romagna ai microfoni della conferenza in streaming dell’associazione nazionale pubbliche assistenze, alla quale ha preso parte giovedì pomeriggio. «Noi siamo pronti a quadruplicare la nostra capacità. Isieme al ministro della salute Roberto Speranza, con un mandato ricevuto dai miei colleghi presidenti in Conferenza, dovremo incontrare a giorni le rappresentanze dei medici di base: se riusciremo a portarli a diventare un moltiplicatore di luoghi dove si può andare a vaccinarsi è chiaro che noi avremo una capacità, se i vaccini ci saranno, di fare bene».