RIMINI. Zoccarato Lega: Rimini tra le ultime nella qualità della vita di bambini e ragazzi, le nostre proposte per cambiare radicalmente un approccio sbagliato

Set 27, 2021

  • Condividi l'articolo

     

    Una recente ricerca de “Il Sole – 24 ore” sulla qualità della vita di bambini e giovani ha bocciato clamorosamente Rimini.
    La nostra provincia si piazza al 91° posto su 107 per il benessere dei bambini e addirittura 97esima per la qualità della vita dei giovani tra i 18 e i 35 anni.
    Un risultato clamoroso se si considera che il resto della Romagna occupa le prime posizioni nazionali con Ravenna e Forlì-Cesena.
    Il peso della città di Rimini in queste classifiche è largamente predominante e ancora una volta mostra, numeri e ricerche alla mano, i fallimenti decennali della giunta Gnassi-Lisi-Sadegholvaad. Fallimenti nascosti dalla propaganda. Da una parte abbiamo trionfali dichiarazioni, dall’altra numeri e dati smentiscono i proclami.
    Se si analizzano nei particolari le classifiche, emergono una serie di profondi problemi come la mancanza di scuole con palestre e piscine, le alte rette degli asili, il basso numero di laureati.
    La Lega da sempre si batte per i giovani, troppo spesso dimenticati dalle politiche nazionali e locali.
    Per questo, nel programma del candidato sindaco Enzo Ceccarelli, abbiamo concordato, con le altre liste che compongono la coalizione, politiche di sostegno ai giovani e alle famiglie che crescono in un ambiente difficile i loro figli.
    Tra i punti qualificanti un sistema integrato e paritetico della scuola di infanzia del Comune, costituto da realtà pubbliche e private, pensato in modo che per le famiglie i costi siano i medesimi. Inoltre sarà incrementato il fondo al sostegno per studenti disabili nelle scuole secondarie paritarie. Ma soprattutto è necessario un forte sostegno alla natalità: una città senza figli è destinata al declino.
    Nel settore sportivo, che in città mostra grandi carenze, l’idea è quella di una Fondazione per lo sport, con fondi pubblici e privati, per ridare centralità ad un settore fondamentale per lo sviluppo dei giovani.
    Un tema fondamentale per Rimini è anche quello dell’’istruzione dove si deve puntare su un sistema di formazione professionale e su un’università che si fondino sul principio di sussidiarietà e siano legate al territorio. La scuola, la formazione professionale e l’università devono preparare i giovani a inserirsi come agenti attivi nel mondo del lavoro e nella nostra società. In questo senso è fondamentale un rapporto costante e più stretto tra il sistema della formazione scolastica, professionale e universitaria e l’universo socio-economico di cui esso è parte fondamentale.
    Sarà fondamentale l’apporto che la nostra amministrazione darà alla nascita di Istituti Tecnici Superiori che stanno rappresentando un’eccezionale opportunità di formazione e di occupazione per i nostri giovani.
    Tra le nostre proposte quella di coordinare e incrementare il sistema di formazione tecnicoprofessionale, al fine di incrementare l’occupazione giovanile e fornire al mondo delle imprese giovani in grado di assumersi responsabilità e con competenze aggiornate ed innovative. Saranno rafforzate e implementate le esperienze che puntano alla creazione di un “incubatore” certificato per startup innovative al fine di attrarre capitali pubblici e privati.
    Cambiare si può, cambiare è necessario: il 3 e 4 ottobre vota Lega e vota Enzo Ceccarelli sindaco.

  • Ruby ter: processo a Siena, Berlusconi e il pianista assolti

    Ruby ter: processo a Siena, Berlusconi e il pianista assolti

    (ANSA) - SIENA, 21 OTT - Silvio Berlusconi e il pianista di Arcore Danilo Mariani sono stati assolti "perché il fatto non sussiste" al processo Ruby ter a Siena dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. Così la sentenza del tribunale dopo circa un'ora di...

    Ciclismo: mondiali pista; Italia oro nell’inseguimento squadre

    Ciclismo: mondiali pista; Italia oro nell’inseguimento squadre

    L'Italia è medaglia d'oro nell'inseguimento a squadre maschile ai mondiali su pista di Roubaix. In finale il quartetto azzurro - Simone Consonni, Filippo Ganna, Liam Bertazzo, Jonathan Milan - ha superato la Francia. Bronzo alla Gran Bretagna.    ---Fonte...