Salvini, non possiamo permetterci di mantenere i clandestini

Ago 1, 2022

Condividi l'articolo

   “Se ci date fiducia torneremo a proteggere i confini del nostro Paese e portare sicurezza nelle nostre città, perché non è possibile vedere migliaia di sbarchi incontrollati”. Così il segretario della Lega, Matteo Salvini torna a parlare di sbarchi di migranti nel corso di un incontro elettorale a Chioggia (Venezia).
    “Solo nel mese di luglio di quest’anno – aggiunge – sono sbarcati più clandestini che in tutto il 2019 quando c’era la Lega al governo con 6 milioni di italiani poveri che devono scegliere tra il pranzo e la cena”. “Non possiamo permetterci di mantenere migliaia di clandestini che sbarcano dalla mattina alla sera.  Proteggere gli italiani e il lavoro degli italiani”, dichiara.  “Siamo partiti da Porto Tolle incontrando i lavoratori e parlando di lavoro, mentre i capi della sinistra in queste ore sono a Roma a litigare sui collegi e sulle alleanze: noi siamo in mezzo ai lavoratori perché la priorità oggi in tutt’Italia è salvare i posti di lavoro e quindi lasciamo che gli altri parlino d’altro”, aggiunge. “Chi sceglie la Lega – insiste – fa una scelta precisa, niente nuove tasse. Le tasse e le patrimoniali le lasciamo a Letta e alla sinistra. Non è il momento di tassare risparmi, case, conti correnti”.


Fonte originale: Leggi ora la fonte