• Salvò Eitan sulla funivia, benemerenza alla memoria al padre

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – PAVIA, 09 DIC – Con il suo gesto d’amore, stringendo
    il figlio tra le braccia mentre il 23 maggio 2021 cadeva la
    cabina della funivia del Mottarone, gli ha salvato la vita.
        Eitan Biran, che oggi ha 7 anni e vive con gli zii paterni in
    una villetta di Travacò Siccomario, alle porte di Pavia, è
    l’unico sopravvissuto in una tragedia nella quale ha perso i
    genitori, il fratellino di 2 anni e i due bisnonni. Oggi il
    Comune di Pavia, durante la tradizionale cerimonia di consegna
    delle civiche benemerenze di San Siro, ha voluto ricordare Amit
    Biran, assegnandogli il riconoscimento alla memoria.
        A ritirarlo è stata la sorella Aya, la zia che in questo anno
    e mezzo è stata sempre vicina ad Eitan anche quando il nonno
    materno lo aveva sequestrato, un anno fa, per portarlo in
    Israele, la patria di origine della famiglia Biran.
        Aya Biran oggi è parsa molto emozionata quando è salita sul
    palco dell’aula Magna del Collegio Ghislieri per ritirare la
    benemerenza dedicata a suo fratello: prima di ricevere il
    diploma, ha abbracciato a lungo il sindaco Mario Fabrizio
    Fracassi e Nicola Niutta, presidente del consiglio comunale di
    Pavia. Tra il pubblico erano presenti anche i suoi genitori e il
    marito Or Nirko.
        “Amit Biran aveva 30 anni, studiava medicina e lavorava per la
    sicurezza della comunità ebraica di Milano – di si legge nella
    motivazione del premio -. Il piccolo Eitan per tutta la vita
    ricorderà il coraggio e la forza del padre che ha compiuto un
    miracolo, lo ha protetto tenendolo stretto a sè, abbracciandolo
    con tutto l’amore possibile. La benemerenza di San Siro ad Amit
    Biran vuole sottolineare l’affetto della città di Pavia
    all’unico sopravvissuto dell’incidente che ha messo fine a tutta
    la sua famiglia”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte