• Saman: il padre intercettato, ho ucciso mia figlia

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – REGGIO EMILIA, 23 SET – Poco più di un mese dopo la
    scomparsa di Saman, il padre confessò il delitto durante una
    telefonata a un parente in Italia. “Ho ucciso mia figlia”,
    diceva Shabbar Abbas l’8 giugno 2021, quando ormai era fuggito
    in Pakistan. La conversazione è agli atti del processo che
    inizierà a febbraio a carico dei familiari della diciottenne
    sparita dalla notte del 30 aprile 2021 da Novellara e che gli
    inquirenti, Procura e carabinieri di Reggio Emilia, sono sicuri
    sia stata assassinata, perché rifiutava di sposare un cugino in
    patria e voleva andarsene di casa. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte