San Leo. Lettera al presidente Bonaccini dei sindaci di Coriano e San Leo

Comune di Coriano
Provincia di Rimini
Comune di San Leo
Provincia di Rimini
Al Presidente della Regione Emilia-Romagna
Stefano BONACCINI

Gentile Presidente,
le scrivo/scriviamo in relazione alla pandemia, con l’intenzione di comprendere e aiutare il Paese ad uscire dalla morsa
di un virus che, a un anno ormai dalla sua comparsa, non sembra ancora arretrare, non almeno in Europa e non in
Italia.
Siamo Sindaci, il fronte della politica, chiamati ogni giorno a rispondere ai nostri cittadini per qualunque ragione. Adesso
più che mai. Vogliamo dare risposte.
I vaccini sono l’unica risposta definitiva al virus. E su questo non sembrano esserci dubbi, tuttavia momento non sono
sufficienti. Non in Europa. Non in Italia. Comprendere cosa sta accadendo è determinante, perché non esiste soluzione
se non si comprende il problema.
Teniamo a chiarire che la politica nel campo dei vaccini è di competenza delle autorità nazionali, benché sia percezione
diffusa la convinzione vi sia una prerogativa europea. E così non è.
È diventata tale solo il 17 giugno 2020 quando la Commissione europea ha presentato una strategia comune per
accelerare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di vaccini contro il coronavirus. Si riteneva evidentemente che
quella fosse la strada giusta.
Oggi, a distanza di 10 mesi, non possiamo non prendere atto che essersi uniti sotto la bandiera blu dell’Europa non
solo non sta assicurando alcun vantaggio, ma – a contrario – si sta addirittura rivelando un enorme ostacolo
all’approvvigionamento dei vaccini, perché la lotta al virus pare ormai chiaro che stia diventando una prova muscolare
a livello internazionale tra i vari Paesi.
Non possiamo non condividere la sua volontà Presidente, già per altro resa nota, di procedere autonomamente
all’acquisto di altri vaccini.
E noi in questo vogliamo essere un valido supporto per dimostrare che la lotta deve essere ricondotta unicamente al
virus e che tutti devono spogliarsi delle proprie bandiere politiche.
Ed è per questa ragione che le chiediamo nella sua qualità di Presidente della Regione Emilia Romagna di voler
coinvolgere i Sindaci che- è bene ricordare sono autorità sanitaria sui rispettivi territori – invitandoli a sottoscrivere
una dichiarazione di intenti finalizzata ad aprire all’immediata sperimentazione, all’acquisto e alla successiva
somministrazione di qualunque vaccino prodotto a livello mondiale indipendentemente da valutazioni politiche che
sono e devono rimanere del tutto estranee alla lotta alla pandemia.
COMUNE DI CORIANO

COMUNE DI SAN LEO