• Sanzioni, scostamento di bilancio, Peppa Pig: Berlusconi a tutto campo

    Condividi l'articolo

    Silvio Berlusconi è stato ospite si Rtl 102.5 per parlare della campagna elettorale condotta con Forza Italia in vista delle prossime elezioni del 25 settembre. Una delle maggiori preoccupazioni per Silvio Berlusconi riguarda l’astensionismo, che già nelle precedenti tornate elettorali si è rivelato determinate per il risultato finale. “Purtroppo si vota in un giorno solo e questo fa prevalere la previsione di un numero forte per l’astensionismo. Una cosa voluta dal Pd incomprensibile“, ha sottolineato il Cavaliere. A differenza di quanto fa la sinistra, la campagna elettorale del centrodestra si sta svolgendo puntando tutto sui temi del programma, piuttosto che sulla demonizzazione dell’avversario. Silvio Berlusconi ha confermato che la campagna del centrodestra si sta svolgendo regolarmente e in modo egregio, anche se naturalmente il voto in un unico giorno rischia di diventare un assist agli astenuti.

    Ed è ai giovani che il presidente di Forza Italia si è rivolto in modo più accorato: “Se non vi piace il mondo che gli adulti vi hanno costruito, avete un solo modo per cambiarlo: la scheda elettorale. Stare a casa è un lusso che può permettersi chi è soddisfatto di come vanno le cose. Tutti gli altri, se non verranno a votare, faranno del male a sé stessi, rinunciando a difendere i propri interessi“. Un appello che Berlusconi ha fatto, oltre che in radio, anche dalla sua pagina social, dalla quale oggi non ha proposto nessuna pillola ma si è rivolto agli elettori, specialmente a quelli che non sono certi di andare a votare: “Sei pronto? Sei contento di come vanno le cose in Italia? Sei contento delle tasse che paghi? Sei contento di come funziona la burocrazia? Sei contento di come funziona la giustizia?“. Agli scontenti, il Cav dice: “Se vuoi cambiare davvero le cose per il tuo futuro e quello della tua famiglia, il 25 settembre devi votare assolutamente per Forza Italia”.

    Il piano del Cavaliere per il futuro governo di centrodestra è molto chiaro, soprattutto per quanto riguarda l’occupazione dei più giovani: “Abbiamo progetti per dare lavori stabili ai giovani, in modo che nessuna forma di apprendistato sia retribuita con meno di mille euro al mese, che è il minimo indispensabile per vivere oggi in una grande città“. Quindi, il Cav ha aggiunto: “Noi vogliamo che i ragazzi possano avere un futuro, possano fare. Renderemo estremamente conveniente alle aziende assumere un ragazzo al primo impiego, eliminando per tre anni ogni tassa su quel ragazzo. Quindi avranno una grande convenienza ad assumere giovani“.

    Quindi, Silvio Berlusconi ha sottolineato come il caro bollette sia un tema stringente dell’attualità politica ma come l’emergenza sia in parte derivata dalle scelte del passato adottate dai governi di sinistra. “Mai più l’Italia dovrà trovarsi in queste condizioni, che sono precisa responsabilità della sinistra. Noi nel 2011 avevano ridotto la dipendenza dal gas russo a meno del 20% del totale. Nel 2014 il governo Letta ha fatto rialzare la dipendenza russa al 45%. E poi e andato ancora più su“, ha messo in evidenza Silvio Berlusconi.

    E a proposito di giovani e giovanissimi, il Cavaliere è entrato anche nel merito della polemica sul cartone animato Peppa Pig: “È triste e preoccupante che si usi un cartone animato per veicolare una visione ideologica delle famiglie e la sessualità. Una cosa è rispettare tutti gli stili di vita e gli orientamenti affettivi, che meritano pari diritti e dignità, altro è proporre ai bambini modelli volti a condizionarli“. Quindi, il Cav ha concluso: “Il caso del cartone animato Peppa Pig, trasmesso dal servizio pubblico, si inserisce in questo clima culturale sbagliato“.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte