Savignano. Si parte col refettorio solidale

REFETTORIO SOLIDALE, SI PARTE

 AL VIA DA MARTEDI 19 GENNAIO

(Savignano sul Rubicone, 14 gennaio 2021)Sarà un taglio del nastro a porte chiuse, in osservanza alle disposizioni anti-Covid, ma altamente simbolico quello di domenica 17 gennaio al Don Baronio dove ha sede il “refettorio solidale”, attivato dalla Caritas diocesana di Rimini tramite la Caritas parrocchiale e l’associazione “Amici del don Baronio”.

Da martedì 19 gennaio il refettorio sarà operativo, con i 20 posti a tavola che verranno apparecchiati per tre volte alla settimana, nei giorni di martedì, giovedì e sabato, dalle 12 alle 14. I pasti arriveranno debitamente confezionati in contenitori termici monouso e monoporzione da Caritas Rimini. A servire, in numero di quattro per ciascun turno, ci saranno gli oltre 30 volontari, giovani e meno giovani, che si sono resi disponibili non appena venuti a conoscenza del progetto. Si tratta di persone provenienti non solo da esperienze già consolidate di volontariato, anzi in gran parte nuove a esperienze associative o del terzo settore, desiderose di mettersi a disposizione in quest’epoca di pandemia che richiede un comune impegno di solidarietà.

Il refettorio nasce a servizio dei Comuni di “confine” del territorio diocesano, quali Borghi, Roncofreddo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone e Sogliano al Rubicone, le cui Amministrazioni hanno deciso di supportare il progetto. Un sostegno è giunto anche da Rotary Club Valle del Rubicone e Lions Club del Rubicone.

L’accesso al servizio avverrà attraverso un’apposita tessera che verrà rilasciata dal Centro d’ascolto della Caritas parrocchiale di Savignano sul Rubicone, in contatto e confronto continuo con i Servizi sociali dell’Unione Rubicone e Mare. Il Centro d’ascolto è aperto presso i locali della parrocchia Santa Lucia tutti i sabati mattina. I destinatari saranno segnalati al Centro ascolto di Savignano dai Servizi sociali dell’Unione e dalle Caritas dei Comuni aderenti.

L’ufficio stampa