Scandalo acqua al piombo, 626 mln alle vittime di Flint

Nov 11, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – WASHINGTON, 11 NOV – Un giudice federale ha
    approvato un accordo da 626 milioni di dollari per le migliaia
    di vittime della crisi dell’acqua al piombo di Flint, Michigan,
    una delle peggiori crisi sanitarie pubbliche nella storia Usa.
        Gran parte degli indennizzi saranno pagati dallo Stato del
    Michigan, accusato di aver ripetutamente ignorato i rischi di
    usare l’acqua del fiume Flint – per tagliare i costi rispetto
    alle forniture dal lago Huron – senza depurarla adeguatamente.
        La vicenda ha portato all’incriminazione dell’ex governatore
    Rick Snyder.
        Al termine di sei anni di liti legali, un giudice federale ha
    dato disco verde all’accordo per risarcire le migliaia di
    residenti colpiti dall’acqua tossica, avvelenata anche dalla
    legionella ed altri contaminanti. L’intesa è stata sottoscritta
    da 81 mila dei circa 100 mila abitanti, in maggioranza
    afro-americani. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte