Scomparso nella cascata è salvo, si era rifugiato in grotta

Set 6, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BELLUNO, 06 SET – Un uomo scomparso ieri in una
    cascata lungo il torrente Maè, e che soccorritori avevano dato
    per morto, si è salvato restando per un giorno all’intero di una
    grotta, parzialmente allagata, in cui l’aveva spinto l’enorme
    pressione della colonna d”acqua. Il torrentista, un 43enne
    zoldano, è stato recuperato nel primo pomeriggio dal Soccorso
    Alpino e dai vigili del fuoco, e portato in ospedale. Le sue
    condizioni sarebbe gravi. Stamane le strutture di soccorso
    avevano dato ufficialmente l’uomo per deceduto, non avendo
    trovato il corpo agganciato all’imbrago e alle corde recuperate
    in una pozza inavvicinabile per la forza della corrente (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte