• Scomparso sulle Ande: trovato un corpo, atteso esito autopsia

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – PAVIA, 17 SET – E’ stato ritrovato sulle Ande
    peruviane, vicino alla laguna di Juchuyocha, il corpo congelato
    di un uomo. L’ipotesi, al vaglio delle autorità e delle forze
    dell’ordine locali, è che si tratti di quello di Alberto Fedele,
    il cooperante pavese di 30 anni disperso dal 4 luglio scorso
    mentre stava effettuando un trekking solitario proprio in quella
    zona del Sudamerica.
        Dalle prime immagini diffuse, sembra che la vittima avesse
    gli abiti e lo zaino simili a quelli del 30enne pavese. La zona
    in cui è stato rinvenuto il cadavere è quella verso la quale si
    stava dirigendo Fedele quando è scomparso.
        Per sapere se si tratta del corpo del 30enne bisognerà
    attendere l’esito dell’autopsia. Già in agosto era stato
    ritrovato un altro corpo nella stessa zona, ma le analisi
    condotte dagli esperti avevano subito escluso che si trattasse
    del cooperante italiano.
        Fedele, ingegnere, si trovava in Perù come volontario della
    onlus WeWorld. Il giorno in cui è scomparso era partito alle 5
    del mattino per un’escursione nella laguna di Juchuyocha. Il suo
    rientro era previsto verso le 19, ma di lui da quel giornO non
    si è saputo più niente. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte