Scrittori: Parma laurea ad honorem Patrick Chamoiseau

Set 30, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – PARMA, 30 SET – Una laurea magistrale ad honorem in
    Lettere classiche e moderne a uno dei maggiori autori francofoni
    contemporanei: l’Università di Parma l’ha conferita allo
    scrittore martinicano Patrick Chamoiseau, in una cerimonia che
    il pubblico ha potuto seguire in diretta streaming dall’Aula
    Magna.
        Da sempre cantore e difensore della cultura creola, e
    innovatore nel linguaggio (un francese nutrito dei ritmi e delle
    immagini prese a prestito dal creolo), Chamoiseau è saggista e
    narratore. Insignito di numerosi premi letterari (il Prix
    Goncourt nel 1992 per Texaco, i recenti Best Translated Book
    Awards per L’Esclave vieil homme et le Molosse e Prix Édouard
    Glissant nel 2019), Commandeur des Arts et des Lettres, ha
    profondamente rinnovato la produzione letteraria in lingua
    francese, sia dal punto di vista delle tematiche affrontate nei
    numerosi romanzi, racconti e saggi pubblicati dal 1986 ad oggi,
    sia per l’originalità delle scelte stilistiche, linguistiche ed
    estetiche che caratterizzano la sua scrittura.
        “L’attività letteraria di Chamoiseau – ha affermato il
    rettore Paolo Andrei – incarna l’impegno politico, civile e
    sociale in un campo che fa parte, a pieno titolo, di ciò che
    l’Università vuole essere: il riconoscere la dignità di tutte le
    persone, indipendentemente dall’origine e dalla religione, e il
    riconoscere a tutte le persone la possibilità di sentirsi
    accomunate in quella che l’autore ed Édouard Glissant
    definiscono la ‘mondialità’, una nuova concezione del mondo
    fondata sull’apertura, sulla relazione e sul rispetto delle
    radici culturali dei popoli”. “Con e nelle differenze – ha detto
    Chamoiseau – costruire il proprio ‘Luogo’ nell’arcipelago dei ‘Luoghi’ sempre in divenire, battersi per quelle frontiere
    fondamentali che sono i portici e i passaggi aperti, quelli che
    tracciano solamente una linea offerta al sapore delle
    differenze; aprire i propri cammini nella materia inestricabile
    del Tutto-Mondo, con quella bella erranza che orienta, e che ci
    aiuta a percepire quanto tutta la bellezza del mondo sia nella
    Relazione. Ecco il bell’oggetto della mia letteratura”. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Europa League: Spalletti, grande partita di tutta la mia squadra

    Europa League: Spalletti, grande partita di tutta la mia squadra

    (ANSA) - NAPOLI, 21 OTT - ''Abbiamo vinto grazie a un grandissimo atteggiamento perché la partita non era facile. Si è visto che questa squadra giocando chiusa poteva creare problemi sulle ripartenze e dunque era necessario che noi tenessimo equilibrio e pazienza per...

    La regina Elisabetta ha trascorso la notte scorsa in ospedale

    La regina Elisabetta ha trascorso la notte scorsa in ospedale

    La regina Elisabetta, 95 anni, ha trascorso la notte scorsa in ospedale. Lo ha reso noto stasera Buckingham Palace, dopo essersi limitato ieri ad annunciare che la sovrana aveva rinunciato a una visita in Irlanda del Nord su raccomandazione dei suoi...