Scudetto -3: Milan tiene, calendario alleato dell’Inter

Mag 2, 2022

  • Condividi l'articolo

    Il Milan allunga sulla strada dello scudetto, ma l’Inter non si arrende. Il campionato si accorcia, la fatica aumenta, comincia il caldo e vincere le partite si fa maledettamente più difficile. Una puntata di Leao caccia gli incubi milanisti contro i viola, mentre l’Inter alla fine ha qualche apprensione per difendere il successo sull’Udinese propiziato da Perisic e Lautaro. Ma Inzaghi non demorde perché ha tre turni in cui può far valere la sua superiorità (Empoli, Cagliari e Sampdoria), mentre il Milan difende i due punti di vantaggio con avversari di maggiore spessore (Verona, Atalanta e Sassuolo).
        Ma forse, scaramanticamente, è proprio l’impegno di domenica prossima al Bentegodi a preoccupare i tifosi rossoneri meno giovani, col ricordo della ‘fatal’ Verona e dello scudetto sfuggito a Rocca e a Rivera a maggio 1973. Intanto alcuni responsi sono già in archivio: Napoli e Juventus sono matematicamente in Champions. Spalletti assiste alla rinascita, un po’ tardiva, dei suoi che asfaltano 6-1 un Sassuolo pago del suo campionato d’avanguardia, grazie a quattro gol in 20′ e alla doppietta del sempreverde Mertens. Allegri si porta avanti col lavoro: Dybala partente in panchina, il giovane Miretti titolare a centrocampo, ma Bonucci si fa gli auguri dei 35 anni con una splendida doppietta che stende il Venezia.
        Rimane aperto il discorso della qualificazione alle coppe. In attesa dell’Atalanta, la Roma si fa bloccare dal Bologna pagando pegno per il pensiero alla semifinale di Conference di giovedì col Leicester e viene agganciata dalla Lazio che rimonta tre volte lo Spezia per poi superarlo nel recupero col gol liberatorio del contestato Acerbi. Ma proprio quel gol, palesemente in fuorigioco non rilevato dall’arbitro Pairetto né dal Var, suscita un vespaio di polemiche, cavalcate con ironia e dispetto da Mourinho. La Fiorentina, al terzo ko consecutivo, ha la possibilità di rimettersi in gioco ospitando proprio la Roma nel prossimo turno. La Lazio dà prova di carattere ma la difesa continua a imbarcare troppi gol. Mourinho fa riposare i suoi titolari, ma quando entrano non bastano a superare un ottimo Bologna che si sta riempiendo di gloria contro le grandi. Sempre piu’ ingarbugliata la lotta per non retrocedere che ha vissuti tre psicodrammi: quello del Genoa che si e’ fatto di nuovo battere dalla Samp nel derby sbagliando un rigore finale con capitan Criscito, quello del Cagliari che continua a perdere e sente il fiato addosso della Salernitana che deve recuperare mercoledi’ la gara col Venezia, di nuovo ko. I veneti, ormai in caduta libera nonostante la sostituzione di Zanetti, sembrano ormai con le speranze quasi inesistenti. Anche il Genoa ha scarse possibilita’ dovendo incontrare Juventus, Napoli e Bologna. La terza retrocessione passera’ probabilmente dalla sfida Salernitana-Cagliari di domenica prossima. 


    Fonte originale: Leggi ora la fonte