Scuola: divieto non ferma Maya, essere in classe un diritto

(ANSA) – TORINO, 18 NOV – La circolare che vieta la Dad
davanti al liceo Gioberti, adottata ieri dalla preside, non
ferma la protesta di Maya, la prima sedicenne a presentarsi con
libri e tablet davanti all’istituto nel centro di Torino per
seguire le lezioni a distanza. “Non vogliamo protestare contro
la scuola, ma per il nostro diritto di essere in classe – spiega
la studentessa – I miei compagni? Questa mattina avevano delle
verifiche; quando seguiamo le lezioni davanti alla scuola
veniamo segnati come assenti e, quindi, non avrebbero potuto
sostenerle. Abbiamo quindi deciso di alternarci, ma venerdì
saremo qui tutti insieme”.
    La giovane lancia un appello ai politici: “Il ministro è
dalla nostra parte ora aspettiamo che la sindaca Appendino, il
presidente Cirio e gli assessori ai Trasporti facciano dei piani
per permetterci di tornare in aula – dice -. Noi abbiamo dato
delle idee e ora aspettiamo delle risposte”. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte