Scuola Pian dei Giullari, i Comuni di Rimini e Santarcangelo a sostegno del progetto sperimentale per l’a.s. 2021-2022

 

I Comuni di Rimini e Santarcangelo sosterranno la scuola Pian dei Giullari nell’anno scolastico 2021-2022 per dare continuità all’attività educativa nell’ambito di un progetto sperimentale 0-6 anni.

È quanto concordato nel corso dell’incontro che si è tenuto presso il Municipio di Santarcangelo nella giornata di ieri (giovedì 11 marzo) alla presenza della sindaca Alice Parma e dell’assessora alla Scuola e ai servizi educativi Angela Garattoni per il Comune di Santarcangelo, dell’assessore ai Servizi educativi del Comune di Rimini Mattia Morolli e di Linda Gemmani presidente della Cooperativa sociale Service Web.

Le due Amministrazioni comunali hanno dunque accolto la richiesta della Cooperativa di sostenere parte dei costi fissi del nuovo progetto di riorganizzazione che interesserà, per l’anno scolastico 2021-2022, il nido e la scuola dell’infanzia, frequentati soprattutto da bambini residenti nei Comuni di Rimini e Santarcangelo.

Gli amministratori dei due Comuni valutano infatti positivamente il progetto sperimentale 0-6 anni che la cooperativa Service Web proporrà all’organismo regionale competente, per portare a conclusione il percorso educativo degli iscritti alla scuola dell’infanzia che ha visto una progressiva riduzione del numero di alunni tale da non consentire la prosecuzione dell’attività nel lungo periodo.

Si è ritenuto pertanto importante far completare ai bambini il percorso educativo e didattico in un contesto relazionale conosciuto poiché il legame sociale è fondamentale per la costruzione della loro identità specie in questo momento storico in cui i bambini hanno vissuto forti limitazioni alla socialità.

Nel sottolineare l’alta qualità del sistema educativo pubblico e privato del territorio, le Amministrazioni comunali ricordano la collaborazione in essere con la cooperativa Service Web sia per quanto riguarda la condivisione di specifici progetti che per il sostegno economico assicurato nel corso dell’anno scolastico 2020, attraverso l’erogazione di contributi per far fronte ai maggiori costi conseguenti alle misure anti-Covid.