• Serie A: al Dall’Ara inutile 1-1 per Bologna e Cremonese

    Condividi l'articolo

    Bologna-Cremonese 1-1.

    LA CRONACA DELLA PARTITA

    La Cremonese fa e disfa, il Bologna sbaglia tanto. Serviva una vittoria, a Bologna e Cremonese, nell’ultima giornata del girone di andata, ma al Dall’Ara le due squadre finiscono in parità. La seconda vittoria in rimonta dopo quella di Udine non riesce alla squadra di Motta, sempre più in emergenza, ma a quota 23 punti, in zona di sicurezza. E non arriva neppure la prima vittoria stagionale della Cremonese, reduce dalla vittoria in Coppa Italia con il Napoli, ma a quota 8 punti a metà stagione, a 9 dal quartultimo posto che significa salvezza, occupato dal Sassuolo. E’ sempre Okereke il giustiziere del Bologna. Nello scorso campionato, l’attaccante siglò la rete con cui il Venezia sbancò il Dall’Ara nel girone di andata, al termine di una partita stregata per i rossoblù: il nigeriano concede il bis, questa volta dal dischetto stappando la partita a inizio ripresa dopo un primo tempo che ha pochissimo da raccontare.

    L’episodio arriva al 5′ e consegna alla cronaca almeno un secondo tempo di emozioni, fatto di botte e risposte. Il pari del Bologna, infatti, arriva al 10′, quando Orsolini ribalta il gioco sulla sinistra per Lykogiannis, che crossa: irrompe Ferguson di testa, Carnesecchi risponde in tuffo, ma cercando di liberare l’area sul tentativo di tap in di Zirkzee l’ex rossoblù Ferrari calcia addosso a Chiriches per l’autorete della parità. Ballardini inserisce Gyan e Benassi, che un minuto dopo il loro ingresso costruiscono l’azione del potenziale nuovo vantaggio Cremonese: il primo recupera palla sul lancio errato di Moro e innesca Valeri, che crossa in corsa per Gyan, che in scivolata mette a lato a tu per tu con Skorupski. Passano 4′ e Carnesecchi disinnesca una punizione dal limite di Lykogiannis, poi sono i padroni di casa a prendere in mano la partita, a fare gioco e mettere palloni in area. Arrivano conclusioni di Orsolini e Zirkzee, un tiro da fuori di Ferguson, ma non il gol del sorpasso.

    Anzi al 36′ arriva il secondo rigore di serata per la Cremonese per contatto Lucumì-Gyan, ma l’arbitro Marchetti viene richiamato al Var, dove verifica che Lucumì tocca prima il pallone, tornando sulla propria decisione. Orsolini sfiora il 7′ al 41′ sempre da piazzato e al 45′, sulla girata volante di Orsolini in area, Chiriches sfiora la doppietta in autogol dopo la parata di Carnesecchi, ma Ferrari salva tutto sulla linea. Finisce in parità: con un punto a testa che serve a poco tanto al Bologna quanto alla Cremonese. Il Bologna non riesce a battere per la seconda volta consecutiva l’emergenza, privo di Arnautovic, Bonifazi, De Silvestri Sansone e Medel e Vignato, mentre agli ospiti servirà un’impresa per dare vita alla rincorsa salvezza.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte