Serie A: Inter chiude col Toro, Milan rischia a Empoli

Dic 20, 2021

  • Condividi l'articolo

    Simone Inzaghi sorride sornione. Il fantasma di Conte, le assenze pesanti di Lukaku e Hakimi sembrano elementi lontani, superati da uno strapotere che cresce ogni giornata. L’Inter e’ campione d’inverno, ha di gran lunga il miglior attacco, la seconda difesa, ha perso due gare in meno delle migliori inseguitrici, vince da sei gare, non subisce gol da cinque. Ora guida con +4 su Milan e Napoli, +6 sull’Atalanta. Il girone d’andata si chiude con un turno infrasettimanale in cui le due milanesi hanno il compito piu’ impervio: i nerazzurri ospitano il Torino di Juric che sta guadagnando gradatamente il posto che le compete a centroclassifica mentre il Milan, che schiuma rabbia per il pari di Kessie invalidato col Napoli, deve affrontare fuori la migliore delle outsider, l’Empoli. Più semplice il compito del rilanciato Napoli di Spalletti (che ha la migliore difesa anche senza Koulibaly e Manolas) e dell’azzoppata Atalanta di Gasperini (che aveva subito lo stesso ko per 4-1 con la Roma oltre un anno fa coi partenopei di Gattuso) che affronteranno due pericolanti in grave difficoltà come Spezia e Genoa.

    Juve e Roma rilanciano le loro ambizioni Champions affrontando in casa due avversarie non trascendentali come Cagliari e Sampdoria. Due ostiche trasferte venete per le altre due aspiranti al quarto posto: la Fiorentina di Vlahovic e la Lazio, che invece rinuncia ancora ad Immobile, cercheranno di evitare le trappole di Verona e Venezia. Sassuolo favorito nel derby col pari punti Bologna, in pericolosa regressione. Il trio Berardi-Scamacca-Raspadori sente di meritare una classifica piu’ prestigiosa. Pronostico definito per il primo match in programma, domani alle 18.30: l’Udinese di Beto e Deulofeu non dovrebbe avere problemi con la Salernitana che rischia di non terminare il campionato per la mancata cessione del club. E’ un torneo vivace, equilibrato, ricco di gol e polemiche Var, in slalom tra i contagi del covid, quello che sta per fermarsi a metà strada per la pausa natalizia. Se Inzaghi riuscirà a mettere la ciliegina sulla torta con tre punti sul Torino la candidatura scudetto sarà più di un auspicio. Juric ha dato una forte mentalità identitaria al Toro, ma in trasferta ha perso cinque gare e ha un rendimento non omogeneo con quello delle sei vittorie in casa. Inter favorita, anche col proposito di migliorare i 103 gol nell’anno solare, record della storia del club.

    La sfida del Meazza lascia strascichi. Spalletti si gode un successo frutto di qualità e carattere e, una volta recuperati Osimhen e compagni, sembra la vera rivale dell’Inter. Lo Spezia arranca e un netto ko potrebbe costare la panchina a Motta. Il Milan ha fallito la gara di ieri, al di là del pareggio di Kessie che non mette d’accordo nessuno perchè è dubbia la posizione attiva di Giroud in fuorigioco. Senza Kjaer però la difesa balla e anche gli altri assenti pesano. Se è una vera involuzione lo dirà la trasferta con un Empoli lucido e costante, che presenta due attaccanti incisivi come Pinamonti e Cutrone. L’Atalanta, dopo il flop in casa, torna in trasferta dove ha vinto otto gare su nove: il Genoa di Sheva scivola sempre di più verso il baratro e per l’Atalanta è la ghiotta occasione per ripartire subito. La scintillante Roma di Bergamo cerca di sfruttare l’autostima conquistata con i progressi dell’accoppiata Abraham-Zaniolo, il ritorno in forma dei pilastri Smalling e Veretout, ma troverà un avversario in crescita come la Samp che ha trovato un leader in Candreva e sta puntellando la panchina di D’Aversa. Come Mourinho anche Allegri trova nuova linfa dai risultati del weekend: la Juve fatica ma vince, è allo studio una profonda ristrutturazione della squadra, ma tornare in Champions sarebbe fondamentale. “Il nostro campionato si decide tra gennaio e febbraio”, dice il tecnico. Intanto per domani il tecnico si affida a Morata e Kean contro un Cagliari che ha messo fuori rosa i senatori Godin e Caceres. E un segnale forte della societa’ che nelle difficolta’ punta tutto sul tecnico Mazzarri, anche se salvezza al momento sembra una prospettiva remota.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Scivola in un dirupo e muore sui Sibillini

    Scivola in un dirupo e muore sui Sibillini

    (ANSA) - MONTEFORTINO, 16 GEN - Un 63enne, residente nell'entroterra fermano, è morto dopo essere scivolato per diverse centinaia di metri sul pendio innevato del versante est del monte Amandola (Fermo), nel Parco dei Monti Sibillini. I tecnici del Soccorso Alpino e...

    Serie A: Atalanta-Inter 0-0

    Serie A: Atalanta-Inter 0-0

    (ANSA) - ROMA, 16 GEN - Atalanta e Inter 0-0 nel posticipo della 22/a giornata del campionato di calcio di Serie A disputato sul terreno del Gewiss Stadium di Bergamo. (ANSA).    ---Fonte originale: Leggi ora la fonte