Sicilia, Berlusconi: “Presto incontro con Salvini e Meloni”

Apr 24, 2022

  • Condividi l'articolo

    “Mi sembra che la cosa fondamentale sia essere uniti, perché uniti si vince, divisi si perde”. Silvio Berlusconi, dopo essere stato “da più parti chiamato ad intervenire sulle candidature alle elezioni siciliane”, scende in campo per dipanare la matassa che riguarda soprattutto le comunali di Palermo.

    “Credo quindi che ci debba essere al più presto un incontro tra noi, Fratelli d’Italia, la Lega e le altre forze politiche del centrodestra per individuare e decidere delle candidature condivise”, aggiunge il leader di Forza Italia. Il senatore Ignazio La Russa ha spiegato che qualcosa si muove già.“Dopo la inascoltata proposta di FdI a Fi di rinviare ogni annuncio della candidatura Cascio a Palermo decisa senza alcun coinvolgimento nostro, il presidente Berlusconi ha chiamato Giorgia Meloni per prospettare una conference call di vertice con anche Matteo Salvini”, ha rivelato La Russa. Il senatore ha, poi, aggiunto:“Fdi ha quindi rinviato di qualche ora il previsto annuncio di convergere su altre candidature, pronti a discutere solo nel caso in cui la coalizione dimostrasse di mettere al primo posto la sua unità rispetto agli egoismi, lavorando su un quadro complessivo che punti alla vittoria del centrodestra e non agli egoismi di partito”. Secondo La Russa “non vi è ragione di discutere la ricandidatura di Nello Musumeci, presidente della Regione uscente apprezzato dai siciliani per la sua concretezza e la sua onestà”. Il senatore di FdI, dunque, ribadisce, a nome di tutto il partito, l’indisponibilità“ad accettare diktat incomprensibili e strategie che abbiano come conseguenza la vittoria delle sinistre”, ma rimarca la volontà di avere un centrodestra unito.

    Nell’Isola, infatti, si voterà anche in autunno per le Regionali dove Fratelli d’Italia si è già schierata a favore della ricandidatura del governatore uscente Nello Musumeci, osteggiata da Gianfranco Micciché, presidente dell’Assemblea regionale e coordinatore di Forza Italia in Sicilia. Per la corsa a sindaco del capoluogo Palermo, invece, attualmente, il centrodestra è spaccato in tre. Fratelli d’Italia sembrava intenzionata a schierare la deputata nazionale Carolina Varchi, l’Udc aveva annunciato la volontà di puntare sull’ex rettore Francesco Lagalla. Forza Italia e Lega, infine, sembravano orientati a puntare sul ticket Francesco Cascio (Fi)- Alberto Samonà (Lega), candidati rispettivamente alla carica di sindaco e di vicesindaco, sostenuti anche da Noi con l’Italia e Coraggio Italia.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Conte agita i 5Stelle: “È la quarta elezione che perde”

    Conte agita i 5Stelle: “È la quarta elezione che perde”

    Prima avvocato del popolo ed ex presidente del Consiglio del governo del cambiamento, ora leader di una forza politica innovativa e rivoluzionaria. Forse gli appellativi attribuiti fino a questo momento a Giuseppe Conte non hanno ancora trovato quello giusto, ma nulla...

    Ingiuste detenzioni, risarcimenti per 24 mln euro

    Ingiuste detenzioni, risarcimenti per 24 mln euro

    Poco più di 24 milioni: a tanto ammonta il totale delle somme riconosciute a titolo di riparazione per ingiusta detenzione nel 2021 dallo Stato. La cifra esatta è 24.506.190 ed è inferiore di 12 milioni a quella erogata nel 2020. In tutto sono state 565 le ordinanze...