SICUREZZA. OMICIDIO RIMINI, MORRONE (LEGA): SERVE PERCORSO CONDIVISO CONTRO CRIMINALITA’ E DEGRADO DIFFUSI, SINISTRA NON NEGHI PROBLEMA

Nov 23, 2021

  • Condividi l'articolo
    Rimini, 25 novembre. “Ancora un fatto tragico di cronaca nera: il brutale omicidio di un italiano di origini filippine, in mezzo alla gente alla fermata dell’autobus. Ancora una volta al centro della cronaca c’è Rimini che si ritrova con i soliti problemi irrisolti di sicurezza urbana. Il neo sindaco, ex assessore alla sicurezza, chiede risposte rapide. Confido nell’alta professionalità degli inquirenti e mi associo all’auspicio di Jamil Sadegholvaad, ma appare sempre più evidente che sono diverse le località della Romagna che si trovano a fronteggiare crescenti situazioni di criminalità e degrado diffusi. Il problema è grave e coinvolge tutte le amministrazioni. Credo sia ora di trovare un percorso condiviso, sia per avere più potere contrattuale nei confronti del ministero dell’Interno per ottenere più donne e uomini in divisa sul territorio, sia per mettere a punto un piano comune, di tutta la Romagna, contro il degrado e la criminalità nelle nostre città”.
    Così in una nota il parlamentare Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna.
    “Le cronache riportano notizie di furti, di liti e risse, di vandalismi, di gang di giovani e giovanissimi, di spaccio, di infiltrazioni della criminalità organizzata, di omicidi e violenze sessuali, di una numerosa presenza di stranieri irregolari senza fissa dimora che occupano immobili e vivono di espedienti. Non è così ovunque, ma appare evidente che sono sempre di più le città con problemi crescenti di sicurezza urbana. Inutile negare che la responsabilità dell’escalation sia da attribuire anche all’annoso rifiuto ideologico degli amministratori di sinistra di affrontare e contrastare con rigore e pragmatismo i fenomeni di criminalità e degrado. Ma ci vuole un’assunzione di responsabilità comune se intendiamo rispondere alla domanda crescente di sicurezza da parte dei cittadini e dei turisti. Rimanere inerti di fronte al fenomeno sarebbe deleterio per tutti”.
  • Green pass falsi su Telegram, scoperti autori truffa

    Green pass falsi su Telegram, scoperti autori truffa

    (ANSA) - ROMA, 27 NOV - Proponevano sulle chat di Telegram green pass perfettamente funzionanti, in vendita a cento euro l'uno. La truffa è stata scoperta dal Nucleo speciale tutela privacy e frodi tecnologiche della Guardia di Finanza in un'indagine coordinata dalla...