• “Sinistra indegna: così costruiscono il mostro”

    Condividi l'articolo

    Articolo in aggiornamento

    Prosegue il tour elettorale di Giorgia Meloni, che quest’oggi è arrivata a Milano nella prestigiosa cornice della prestigiosa piazza del Duomo. Da qui, la leader di Fratelli d’Italia ha sottolineato tutta la violenza della campagna elettorale condotta da Enrico Letta: “È una campagna elettorale molto violenta da parte degli avversari, si riesce a parlare poco ai cittadini, la sinistra preferisce passare la giornata a cercare di costruire il mostro. Non hanno argomenti, è normale che parlino di noi anche se queste cose non sono normali“. Il risultato sono le violenze che si registrano in questi giorni, in particolar modo contro Fratelli d’Italia e la Lega.

    Giorgia Meloni ha portato l’ultimo esempio di quanto accaduto: “Mi sono molto innervosita oggi, io non sto leggendo niente, non guardo i talk, vado avanti per la mia strada, continuo a parlare con i cittadini, non mi interessano i detrattori ma c’è un limite a tutto. Quel limite va denunciato. Pochi minuti fa mi imbatto in un video di una manifestazione del Pd alla quale c’era Letta plaudente con il governatore pugliese Emiliano, che dice parlando di noi ‘la Puglia sarà la Stalingrado d’Italia, qui non passeranno, devono sputare sangue“. Parole violente, condannate con forza da Giorgia Meloni, che si è rivolta anche a Enrico Letta: “Voglio sapere da Letta se questi si possono definire toni degni di una campagna elettorale in una democrazia“.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte