• “Solo insulti e toni violenti, sono estremisti”. La Meloni asfalta la sinistra

    Condividi l'articolo

    Bersaglio di una sinistra senza idee, Giorgia Meloni non si spaventa facilmente. E nemmeno le minacce di morte delle scorse ore mettono paura alla leader di Fratelli d’Italia. “Non mi sono fatta intimidire in tutta la mia vita e non inizierò adesso”, il suo commento tranchant a Dritto e rovescio:“Non mi farò intimidire da una scritta che compare in una via nella quale le Brigate rosse hanno già fatto un morto anni fa, né dai volantini con le minacce di morte, né dagli anarchici incappucciati che assaltano i nostri banchetti. E nemmeno da quelli che vengono a contestarmi fischiando e cercando problemi, che non ottengono”.

    Nonostante gli attacchi continui per delegittimare lei e l’intero centrodestra, la Meloni prosegue il suo percorso verso la possibile vittoria. Certo, i (presunti) democratici hanno delle responsabilità per questo clima d’odio: “Vado avanti per la mia strada e non ho paura di nessuno. La cosa che mi lascia preoccupata è l’irresponsabilità della classe dirigente, perché questo clima è stato voluto da una sinistra che non ha argomenti, che non sa che cosa dire o cosa proporre”.

    Da questo punto di vista, emblematica la frase di Michele Emiliano“devono sputare sangue” – che ha emozionato Enrico Letta. “Il Pd è diventato un partito estremista: ha bisogno di mentire, di insultare, di usare toni violenti, come abbiamo visto fare ad Emiliano tra gli applausi di Enrico Letta”, il j’accuse della Meloni: “Loro sono bravi a fare sempre la morale agli altri, ma quello che ho visto contro di noi in questa campagna elettorale è oggettivamente irresponsabile. Ma io non faccio la vittima e continuo a fare il mio lavoro”.

    Il doppiopesismo è una delle “virtù” della sinistra: prima invocano la democrazia, poi rivendicano frasi del genere.“Se avessi usato io un tono del genere, cosa sarebbe successo? A me rompono le scatole se ad un comizio alzo la voce, ci vanno avanti sei mesi”, l’analisi impietosa della leader di Fdi. E la Meloni fa una promessa: “Sta per finire l’Italia in cui la sinistra ha più diritti degli altri. Noi vogliamo costruire un’Italia nella quale hai gli stessi diritti anche se non la pensi come la pensa la sinistra”. Compagni avvisati.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte