Sport e Salute:approvati 288 milioni di contributi a Federazioni

Dic 21, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 21 DIC – Il cda di Sport e Salute ha approvato
    l’assegnazione dei contributi pubblici 2022 agli organismi
    sportivi. In totale verranno distribuiti 288 milioni allo sport
    italiano con un incremento di otto milioni rispetto alla
    previsione di legge. Cambiano i criteri utilizzati per
    l’assegnazione delle risorse: aumenta al 30% l’incidenza della
    pratica sportiva, mentre il “peso” dei risultati sportivi passa
    al 60%, ed il rimanente 10% è il valore dato all’efficientamento
    delle risorse.
        Ma – informa Sport e Salute – a fronte del cambio dei
    criteri, nessun organismo sportivo ha subìto tagli rispetto
    all’anno precedente anche in considerazione dei successi dello
    sport italiano nel 2021. In più, la sottosegretaria con delega
    allo Sport, Valentina Vezzali, si avvarrà della società Sport e
    Salute per destinare ulteriori 80 milioni agli organismi
    sportivi, attraverso progettualità volte alla promozione dello
    sport e all’allargamento della base dei praticanti.
        Inoltre, per i progetti sociali Sport e Salute avrà a
    disposizione, da parte del Dipartimento per lo Sport, ulteriori
    21 milioni da utilizzare tra l’altro nei piani di Inclusione,
    Quartieri, Sport nei Parchi, Sport in carcere a favore delle
    SSD/ASD sul territorio, sempre in collaborazione con gli
    Organismi sportivi. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

    Nancy Pelosi annuncia sua ricandidatura a Midterm

     La 81enne speaker della Camera Nancy Pelosi ha annunciato su Twitter che intende ricandidarsi alla Camera nelle prossime elezioni di Midterm, per quello che sarà quindi il suo 19/mo mandato. Pelosi, prima donna in Usa ad aver servito come speaker, segnala così...

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Voteranno come schegge impazzite: scoppia il caos nel M5s

    Forti tensioni dentro il M5S per la strategia portata avanti da Giuseppe Conte, disposto ad aprire al centrodestra purché si trovi un'alternativa a Mario Draghi come nuovo presidente della Repubblica.Il nome più gettonato è quello di Maria Elisabetta Alberti...