• “Stop al canone Rai”. Salvini lancia una raccolta firme online

    Condividi l'articolo

    Sono le ultime ore di campagna elettorale per tutti i partiti, che cercano di recuperare il consenso degli elettori, soprattutto di quelli indecisi. I cavalli di battaglia di ciascun leader e partito ormai sono noti e Matteo Salvini su Facebook ha deciso di dar seguito a una delle proposte che ha maggiormente incontrato il consenso degli elettori: lo stop al pagamento del canone Rai. Con un post sui social, il leader della Lega ha ribadito la sua idea ma ha anche iniziato a concretizzare quella che fino a qualche ora fa era solo una proposta, rilanciando anche una raccolta firme sul web per passare dalle parole ai fatti.

    A Letta e al Pd lascio attacchi e insulti, io faccio sempre e solo gli interessi degli italiani: chi sceglie la Lega sceglie (anche) lo stop al canone Rai. I comizi di sinistra sulla tv pubblica non devono essere pagati dai contribuenti“, ha scritto su Facebook Matteo Salvini. Dopo aver lanciato la proposta di eliminare il canone Rai dalla bolletta elettrica, Matteo Salvini ha alzato il tiro e ha rilanciato l’abolizione totale della tassa sull’apparecchio radiotelevisivo, considerando che ormai la televisione pubblica ha importanti introiti anche dalla vendita degli spazi pubblicitari, che fino a 20 anni fa erano in misura molto minore rispetto a oggi. Di pubblicità, stando a quanto riferito da Matteo Salvini, alla Rai entrano ogni anno poco meno di 800 milioni di euro. E mentre a sinistra, quelli che si dicono a favore degli italiani e dei lavoratori, insistono sul mantenere il canone per tenere aperto uno spazio in cui poter fare quasi liberamente propaganda di sinistra.

    Da Enrico Letta sono arrivate solo risposte scomposte e del solito tenore, capaci solo di produrre fake news. “Enrico Letta e il Pd sono veramente alla frutta se si arriva a dire che la proposta di Matteo a Salvini di azzerare il canone Rai è fatta solo ‘per gli interessi di Mediaset’. Ma ci rendiamo conto?“, ha dichiarato l’on. Fabrizio Cecchetti, vice capogruppo della Lega alla Camera dei Deputati e coordinatore regionale lombardo della Lega. Cecchetti, quindi, ha aggiunto: “Ormai Letta sa solo denigrare Salvini, non ha proposte o idee da fare, riesce solo a indirizzare insulti contro la Lega, ma qui siamo veramente alla follia. Letta e il Pd sono davvero alla frutta, poi domenica sera gli arriverà l’amaro, con il voto degli elettori che li travolgeranno“.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte