Storie di anziani e di angeli durante la pandemia

Nov 10, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BOLOGNA, 10 NOV – La Signora A. e il Signor E.,
    marito e moglie, entrambi quasi centenari sono residenti in una
    casa di riposo: lei non ha più la minima idea di chi lui sia,
    mentre lui di lei dice “dev’essere una persona a cui voglio un
    gran bene”, ma non sa dire chi sia. È uno dei racconti contenuti
    nel volume fotografico ‘I nostri cari angeli – Our beloved
    angels’ dell’editore bolognese Scripta Maneant da poco
    disponibile.
        Il libro, con foto e testi di Diego Colombo e i contenuti di
    Luca Baccolini, Giovanna Botteri, Giampaolo Guida, Maria
    RitaParsi, Felicita Pistilli, Linda Laura Sabbadini e Laura
    Villani, compone un ritratto commovente ma pieno di speranza di
    persone abitanti in una residenza per anziani italiana durante
    l’isolamento sociale dei mesi scorsi dovuto alla pandemia.
        Persone che non hanno potuto, nei momenti di massima
    diffusione del virus, godere del prezioso contatto fisico dei
    propri cari. Decine di storie che animano pagine struggenti in
    cui i protagonisti sono angeli smarriti tra difficoltà e
    solitudine in cui spesso l’età avanzata li costringe, ma il cui
    cuore è ancora in grado di illuminare l’esistenza di ogni
    persona. Ne risulta un volume fotogra?co che si muove sulla “via
    della tenerezza”, quella indicata da Papa Francesco per
    sottolineare l’importanza della cura che dobbiamo avere per le
    persone anziane e sole. Con con i ricavati delle vendite del
    volume Scripta Maneant sosterrà il Fondo delle Nazioni Unite per
    l’Infanzia – Unucef Italia, per unire in un abbraccio chi si
    affaccia sul mondo e coloro che se ne stanno accomiatando. Info:
    www.scriptamaneant.com. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte