• Strage al mercato, condannato in via definitiva e arrestato

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – REGGIO EMILIA, 12 NOV – È diventata definitiva la
    condanna a cinque anni e otto mesi per Francesco Mango, il
    64enne ritenuto responsabile della strage al mercato ambulante
    in piazza della Repubblica a Guastalla, nella Bassa Reggiana, il
    9 marzo 2013. Quella mattina esplose il suo furgone rosticceria
    a causa di un problema all’impianto del gas collegato alle
    bombole utilizzate per l’alimentazione dei forni. Morirono tre
    donne, la moglie, la figlia e la cognata dell’uomo, mentre
    rimasero ferite e ustionate 19 persone. Mango è stato portato in
    carcere a Reggio Emilia dai carabinieri di Sant’Ilario d’Enza
    (dove risiede) dopo l’ordine di esecuzione penale.
        Mango è finito a processo per omicidio colposo plurimo,
    incendio doloso e lesioni gravi di nove dei 19 feriti che lo
    denunciarono. In primo grado era stato condannato a otto anni,
    pena ridotta a cinque anni e otto mesi in Appello nel luglio
    2017, condanna confermata due giorni fa in Cassazione che ha
    rigettato il ricorso dell’imputato. Confermati i risarcimenti
    alle parti civili: provvisionale di 60mila euro per i congiunti
    prossimi delle tre vittime e cinquemila euro per sei feriti.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte