Striscia smaschera Franceschini: cosa ha combinato al ministero

Nov 25, 2021

  • Condividi l'articolo

    Da oltre trent’anni, Striscia la notizia lavora per portare alla luce ingiustizie e gabole all’italiana. Il tg satirico di Antonio Ricci non risparmia nemmeno la politica e “la cosa pubblica” e si pone delle domande su quanto avviene nel Palazzi. Tra gli ultimi servizi mandati in onda all’interno del programma ce n’è uno che ha come protagonista Dario Franceschini, esponente di spicco del Partito democratico, nonché ministro per la Cultura e papabile per la presidenza della Repubblica. In particolare, l’inviato Pinuccio ha messo il suo focus su 28 nomine dirigenziali al suo dicastero, smistati poi nelle sovrintendenze, che sarebbero state effettuate senza un regolare concorso pubblico.

    Sfruttando una deroga a un decreto legge non hanno fatto il concorso e bastava il curriculum, con Pec o raccomandata. Alcuni senatori della Repubblica si sono agitati e hanno fatto una interrogazione parlamentare in cui hanno scritto che alcuni di questi 28 potrebbero avere rapporti amicali o parentali con persone del Ministero“, ha spiegato l’inviato Pinuccio. La conferma a quanto spiegato dall’inviato di Striscia la notizia è arrivata dalla senatrice Margherita Corrado, membro della commissione Istruzione pubblica e Beni culturali di Palazzo Madama, che compare tra i firmatari dell’interrogazione parlamentare: “Queste posizioni sono state assegnate senza concorso e l’anomalia sta nella discrezionalità assoluta. Se il criterio poteva essere la competenza e l’esperienza non è stato sempre preso nella dovuta considerazione“.

    Infatti, come ha poi spiegato la senatrice, “diffusi i nomi, sono iniziate a circolare le informazioni dei rapporti tra i selezionati e il ministro, i suoi uomini e altri dirigenti del Ministero che hanno un peso tale da poter orientare le decisioni della Commissione“. L’inviato Pinuccio ha spiegato, infatti, che una volta emersi i primi nomi dei dirigenti nominati, pare che tra loro e persone vicino a Dario Franceschini ci siano rapporti amicali o di parentela. Probabilmente l’inviato di Striscia la notizia non si fermerà qui e continuerà a indagare per capire chi siano i nuovi dirigenti chiamati al dicastero di Dario Franceschini senza concorso ma con nomina diretta.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ce lo chiede l’Europa

    Ce lo chiede l’Europa

    Non è ancora finita e non si torna indietro. È questo il clima che si respira in Europa. Non sono certezze, ma segni sul percorso della crisi. È un po' un modo per fare i conti, per dire come stiamo messi e cosa ci aspetta. A che punto è la notte. Il primo messaggio,...