• Striscione senzacasa Napoli in Duomo ‘Confraternita ci sgombera’

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – NAPOLI, 06 GEN – Blitz delle famiglie senzatetto di
    piazza Miraglia al Duomo di Napoli durante la messa
    dell’Epifania. Per tutta la durata della funzione – si apprende
    dalle associazioni impegnate nella campagna per il diritto
    all’abitare – è stato esposto lo striscione “Il Vescovo sostiene
    i poveri, ma la Confraternita ci sgombera!!”.
        Infatti – spiegano gli autori del gesto – la Confraternita
    proprietaria dell’edificio in piazza Miraglia continua a tentare
    procedure per lo sgombero tramite il canale del processo civile,
    per una struttura che in passato è stata a lungo in disuso e che
    ora invece può diventare occasione di business alberghiero in
    quell’area dei Decumani sempre più trasformata in Napolilandia:
    epicentro di una larga area urbana in cui in seguito alla
    rendita speculativa senza controlli legata al turismo (oltre
    diecimila case vacanza) il diritto alla casa diventa sempre più
    inaccessibile ai ceti deboli.
        Gli abitanti di Miraglia in passato raccolsero una petizione
    con oltre diecimila firme dal titolo “Non di soli alberghi vive
    una città” e si sono mobilitati nei confronti della vecchia
    amministrazione comunale per avere soluzioni alternative.
        Promesse anche formalizzate ma che sono restate lettera morta.
        Ora chiedono che l’arcivescovo Battaglia, la cui sensibilità al
    tema degli ultimi è nota, possa fare da intermediario e
    interlocutore nella costruzione di soluzioni, anche soluzioni
    alternative, che rispettino il diritto alla casa.
        In un secondo momento gli abitanti si sono spostati sotto
    l’Arcivescovado, dove la segreteria di monsignor Battaglia ha
    confermato la sua disponibilità a un incontro e all’ascolto.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte