Su Spotify l’audio serie originale ‘Batman – Un’autopsia’

Apr 27, 2022

  • Condividi l'articolo

    Ha la voce ‘nera’ di Claudio Santamaria – affinata dal doppiaggio di Christian Bale nella trilogia cinematografica di Christopher Nolan – il Bruce Wayne di ‘Batman – Un’autopsia’, l’audio serie di Spotify nata dalla collaborazione con DC e Warner, che debutterà in Italia e altri Paesi in contemporanea il prossimo 3 maggio. Nel cast ‘all stars’ anche Maria Grazia Cucinotta, Michele Bravi, Dario Bressanini, Beatrice Bruschi, Edoardo Ferrario, Michela Giraud, Michele La Ginestra, Alice Mangione, Fiore Manni, Nicola Pistoia, Saverio Raimondo. “Questo non è solo un podcast – dice Federica Tremolada, Managing Director Sud e Est Europa di Spotify, presentando il programma a Milano – qui siamo nel mondo delle serie audio, è un’esperienza audio immersiva a 360 gradi”. Rispetto alle esperienze come doppiatore, “qui ho trovato un livello di introspezione notevole – racconta Claudio Santamaria – il podcast non ha a disposizione le immagini o le scene d’azione, quindi si entra di più nell’animo del personaggio. Il conflitto è portato all’interno e per questo è stato un lavoro molto interessante”. Notevole l’interpretazione di Michele Bravi, che dà voce all’Enigmista: “in tutto l’universo Dc il mio cattivo – premette il cantautore – è il meno cattivo di tutti, lui fa enigmi perché ha il desiderio di essere svelato, vuole che qualcuno riesca a decifrarlo. E’ un cattivo estremamente lucido e consapevole, il suo non è un male puro, ma complesso”. “Mentre registravamo – interviene Maria Grazia Cucinotta, che nel podcast è la madre di Bruce – guardavo le immagini che si formavano nella mia mente: questa è la magia del podcast, ti dà la libertà di usare la fantasia, che ultimamente si usa poco”. A proposito di fantasia, Santamaria rivela che la vera fatica di questo lavoro non è stata tanto trovare la voce di Batman, quanto quella di Bruce: “quello di Batman è un colore chiaro, netto, nero, quando lo doppiavo al cinema – racconta l’attore – il direttore del doppiaggio mi diceva ‘ritrova la bestia’ e così tornavo sempre a casa afono, invece Bruce è uno che si nasconde, è lui dei due quello che indossa la maschera”. E in questa nuova vicenda, indossa anche i panni del patologo forense, incaricato di lavorare sulle tracce di un serial killer. Ad aiutarlo, inaspettatamente, l’Enigmista interpretato da Michele Bravi: “per me la modulazione della voce è fondamentale – racconta il cantautore – mi ha facilitato il fatto che il mio sia un personaggio estremamente drammatico, gutturale, un personaggio teatrale e psicopatico”. “I miei nonni mi parlavano del radiodramma che si è un po’ perduto, ed è bello che ritorni, per noi comici poi è bello avere l’opportunità di mostrare altre corde interpretative” interviene Michela Giraud, che non rinuncia a una battuta: “per calarmi in un ruolo drammatico – scherza – ho pensato alla mia vita”. Dal 3 maggio al via la prima delle 10 puntate dell’audio serie Spotify, la piattaforma che in due anni ha visto aumentare i podcast del 400% e che, con questo progetto, si lancia in una nuova dimensione dei contenuti audio.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Cannes: Zelensky, serve un nuovo Chaplin

    Cannes: Zelensky, serve un nuovo Chaplin

    (ANSA) - CANNES, 17 MAG - "Il cinema non dovrebbe restare muto. L'odio alla fine scomparirà e i dittatori moriranno. Siamo in guerra per la libertà". Lo ha detto ha detto il presidente dell'Ucraina, Volodymyr Zelensky citando Il Grande Dittatore, accolto da una...