Tanzania: Amnesty, stop a repressione delle proteste Masai

Giu 16, 2022

  • Condividi l'articolo

    “Le autorità tanzaniane devono immediatamente fermare il violento sgombero forzato della comunità indigena Masai a Loliondo e avviare un’indagine urgente sulla repressione” che “ha causato decine di feriti, molti dispersi e un agente di polizia ucciso”: lo afferma Amnesty International (Ai) sul proprio sito.
        “Più di 70.000 indigeni Maasai rischiano di essere spostati dai loro pascoli ancestrali per far posto a un’operazione turistica”, ricorda l’organizzazione per la difesa dei diritti umani.
        “Quando le forze di sicurezza tanzaniane hanno iniziato il processo di demarcazione il 9 giugno, i membri della comunità hanno iniziato a protestare rimuovendo i fari piazzati” dagli stessi agenti, viene aggiunto.
        Contro i manifestanti c’è stato un “uso massiccio della forza da parte degli agenti di sicurezza e nei due giorni successivi dozzine di persone hanno subito ferite” anche da proiettili, secondo media accreditati da Ai. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Uccisa suora italiana ad Haiti

    Uccisa suora italiana ad Haiti

    (ANSA) - ROMA, 26 GIU - Luisa Dell'Orto, suora lecchese di 65 anni, è stata uccisa ad Haiti, probabilmente a scopo di rapina, nella capitale Port au Prince dove operava. Suor Luisa era nell'isola da 20 anni. Ne dà notizia l'arcidiocesi di Milano.Secondo quanto...

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    Pugilato: Signani perde il titolo europeo dei Medi, ma farà ricorso

    E' finita male, almeno per ora, l'avventura in Francia, sul ring del 'Centre Omnisport' di Massy, del campione europeo dei pesi medi Matteo Signani. Il 43enne 'Giaguaro' romagnolo, che nella vita oltre a praticare la boxe fa la guardia costiera, ha perso contro lo...