Territorio, a Gambettola nasce la “Stazione degli artisti”: spazi rigenerati per mostre, convegni e laboratori

Ott 1, 2021

  • Condividi l'articolo

    Stazione degli artisti, GambettolaBologna – Uno spazio dedicato all’arte, ricavato nei locali che ospitavano l’appartamento del capo-stazione, al primo piano della stazione ferroviaria di Gambettola (Fc). E’ la “Stazione degli Artisti, museo dell’Arte, dei Mestieri e della Creatività del territorio”, inaugurata in presenza delle autorità locali e regionali, contestualmente all’apertura del Festival “Bosco Urban Art Project”, a cura dell’associazione Circuiti Dinamici.

    L’intervento di rigenerazione in piazza martiri d’Ungheria, realizzato dallo studio di architetti Internoundici è costato complessivamente circa 180mila euro, ed è stato finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con un contributo di 100mila euro,Gambettola risorse che il Comune di Gambettola si è aggiudicato candidando il progetto di riqualificazione al bando della Legge Regionale 5/2018, ottenendo di fatto l’intero ammontare del contributo richiesto.

    I locali sono stati concessi in comodato d’uso gratuito da Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo Fs italiane).

    Il progetto del Comune di Gambettola riconsegna alla comunità un nuovo spazio dedicato all’arte, che ospiterà le sale espositive che comporranno un luogo deputato ad accogliere mostre ed esposizioni, una sala convegni, un punto accoglienza, uno spazio per laboratori e uno per le residenze degli artisti.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ruby ter: processo siena, Berlusconi e il pianista assolti

    Ruby ter: processo siena, Berlusconi e il pianista assolti

    Silvio Berlusconi e il pianista di Arcore Danilo Mariani assolti perchè il fatto non sussiste al processo Ruby ter a Siena dove erano imputati per corruzione in atti giudiziari. Questa la sentenza del tribunale dopo circa un'ora di camera di...

    ‘Quasi nemici’, il racconto delle rivalità del ciclismo

    ‘Quasi nemici’, il racconto delle rivalità del ciclismo

    MILANO - Un libro sul ciclismo che lascia lo sport sullo sfondo e parla di uomini, delle loro vicende private, piccole e grandi, e della storia di un Paese che il ciclismo ama perché è un tratto della sua cultura, della sua identità: questo è "Quasi nemici", di Dario...