U.21: Italia a un punto dall’Europeo, ora l’Irlanda

Giu 12, 2022

  • Condividi l'articolo

    Il primo match-point è andato, il secondo non può aspettare. L’Italia Under 21, dopo avere vinto in Lussemburgo e pareggiato in Svezia, si giocherà dopodomani in casa la qualificazione diretta alla fase finale dell’Europeo di categoria, che si disputerà l’anno prossimo in Romania e Georgia. Appuntamento alle 17,30, sul terreno dello stadio Cino e Lillo Del Duca di Ascoli Piceno, contro la Repubblica d’Irlanda, avversaria determinata e assetata di punti. Per la qualificazione agli azzurrini servirà almeno un punto, dal momento che guidano la classifica con 21 lunghezze e gli irlandesi seguono a 19.
        A suonare la carica, a meno di due giorni dal match, è il capitano Samuele Ricci. “Mi sento un leader in questa squadra, come altri che sono qui da più anni rispetto a chi si è inserito da poco – le sue parole -. L’impulso a fare sempre meglio deve partite da noi: dobbiamo essere noi a caricare”.
        Tornando alla sfida in Svezia, Ricci ammette che l’approccio poteva essere “migliore”, perché “da come sembrava, siamo entrati un po’ storditi: non so i motivi, poi ci siamo ripresi, abbiamo disputato una buonissima partita e potevamo anche fare meglio”. “Dovevamo essere più cinici sottoporta – aggiunge – concretizzare meglio le occasioni: alla fine ne abbiamo avute tante. Bisogna fare meglio da questo punto di vista. Comunque, niente timore”.
        Quanto all’Irlanda, “è una squadra molto fisica, con buone individualità, però non bisogna avere timore, perché siamo l’Italia e di qualità ne abbiamo. Bisogna imporre il nostro gioco, con il possesso-palla potremo dare del filo da torcere.
        Il pubblico di Ascoli ci può aiutare, perché quando hai lo stadio pieno, con la gente che fa il tifo per te, in certi punti della partita ti può dare di più”. 
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Alcune esplosioni sono state sentite all'alba a Kiev. Lo riferisce il Kiev Independent, che parla di tre deflagrazioni. Secondo quanto riportato sui social le esplosioni sarebbero state più numerose, almeno quattro, e sono state causate da missili da crociera russi:...

    Ora il reddito 5s non ha più padrini

    Ora il reddito 5s non ha più padrini

    Voglia questa corte giudicare se l'imputato è colpevole di non aver svolto il compito che gli è stato assegnato, anzi di aver causato più danni che benefici, fino ad essere ritenuto il principale responsabile dell'immobilismo nel mercato del lavoro. Alla sbarra c'è il...