Ucraina: Mondiali hockey su ghiaccio 2023 non più in Russia

Apr 26, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA-AFP) – PARIGI, 26 APR – L’organizzazione del Campionato
    mondiale di hockey su ghiaccio maschile 2023 è stata tolta dalla
    Russia, a causa del conflitto in Ucraina. Lo ha annunciato
    l’International Ice Hockey Federation (Iihf). “Preoccupandosi
    della sicurezza e del benessere di tutti i giocatori,
    funzionari, media e sostenitori, l’Iihf ha deciso di ritirare
    l’organizzazione della Coppa del Mondo 2023 dalla Russia”, ha
    reso noto l’organismo con sede a Zurigo, in Svizzera.
        Per lo stesso motivo, la federazione internazionale aveva
    ritirato dalla Russia all’inizio di aprile l’organizzazione
    della Coppa del Mondo juniores 2023, che si sarebbe dovuta
    disputare a Omsk e Novosibirsk. “Certo, questa decisione non è
    giusta, anche se si sperava che la dirigenza dell’IIHF fosse più
    matura e iniziasse a pensare nell’interesse dello sport. È un
    vero peccato che il nuovo presidente dell’organizzazione, Luc
    Tardif, inizi con uccidere l’hockey – si è rammaricato Valeri
    Kamensky, membro del comitato direttivo della Federazione russa
    di hockey, all’agenzia di stampa Ria Novosti – Non abbiamo il
    diritto di arrenderci e non abbiamo piani per farlo”.
        L’Iihf aveva assegnato la Coppa del Mondo maschile 2023 alla
    Russia nel 2018 e la competizione si sarebbe svolta dal 5 al 21
    maggio 2023 a San Pietroburgo. La Russia è stata sospesa dalla
    Federazione internazionale in seguito all’invasione dell’Ucraina
    da parte dell’esercito russo il 24 febbraio. Il nuovo paese
    ospitante sarà annunciato al congresso annuale dell’Iihf a
    Tampere (Finlandia), durante l’ultima settimana di World-2022
    (13-29 maggio). (ANSA-AFP).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Cannes, il programma del 25 maggio. Il ritorno di Tom Hanks

    Cannes, il programma del 25 maggio. Il ritorno di Tom Hanks

     Quest'edizione del festival sarà senza dubbio ricordata (a parte il fragoroso atterraggio di Tom Cruise e la solennità delle celebrazioni peri 75 compleanni della rassegna) per l'irrompere prepotente della musica con preminenza del rock, genere da sempre nel...