Ue, rafforzare la lotta all’antisemitismo

“Gli ebrei non si sentono al sicuro in molti Paesi dell’Ue. Subiscono attacchi su base regolare, in aumento durante la pandemia. Secondo quanto dimostra uno studio” del Centro europeo per i diritti fondamentali, “solo il 20% di questi attacchi viene denunciato” e “come Stati membri abbiamo concordato di rafforzare la lotta all’antisemitismo e sostenere le vittime”. Lo ha detto il ministro tedesco della Giustizia, Christine Lambrecht, presidente di turno, al termine del Consiglio Giustizia Ue, ricordando la tentata strage alla sinagoga di Halle di un anno fa che fece due vittime. 

Maas, terrorismo di destra è il maggiore pericolo per il Paese – “Il terrorismo di destra è il maggiore pericolo per il nostro Paese”: lo ha scritto il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas su twitter, ricordando la tentata strage alla sinagoga di Halle.
“Ogni 24 minuti in Germania c’è un reato di estrema destra. Non sono casi isolati ma è l’amara realtà della destra radicale” ha proseguito il ministro. “Il compito di uno Stato è preoccuparsi che tutti coloro che vivono nel Paese siano protetti. Perciò abbiamo bisogno di forze di sicurezza che siano in prima linea nella lotta contro l’estremismo di destra”. Anche il presidente dei servizi segreti interni Thomas Haldenweg ha messo in guardia circa la “rapida ascesa dell’antisemitismo in Germania”. “Negli ultimi due anni i reati e gli atti di violenza contro gli ebrei o le istituzioni ebraiche sono notevolmente cresciuti” ha detto Haldenweg al Tagesspiegel in edicola oggi. 


Fonte originale: Leggi ora la fonte