• Un libro per giorno memoria: Fazio, Dal giardino all’inferno

    Condividi l'articolo

    (ANSA) – ROMA, 25 GEN – MARA FAZIO, DAL GIARDINO ALL’INFERNO.
        LETTERE DI UNA NONNA EBREA DALLA GERMANIA 1933-1942 (Bollati
    Boringhieri, pp.240, 16 euro). Dalla serenità di un giardino
    sulle rive del Danubio al mondo infernale del Lager: è una
    testimonianza storica eccezionale, ma anche il racconto
    drammatico e ‘in presa diretta’ del destino di una famiglia, il
    libro di Mara Fazio “Dal giardino all’inferno”, edito da Bollati
    Boringhieri in occasione del Giorno della Memoria. Per l’autrice
    si tratta di un libro ‘personale’, che rimanda direttamente alla
    sua famiglia d’origine. Nel 1928 Ludwig Lindner, un liberale
    protestante, viene nominato console della Repubblica di Germania
    a Genova e sposta in Liguria la sua famiglia, composta dalla
    moglie, Elisabeth Binswanger, di famiglia ebraica, e dai figli
    Lore (la mamma di Mara Fazio) e Wolfgang. Tra i due rami della
    famiglia – quello che resta in Germania e quello trapiantato in
    Italia – intercorre un fitto carteggio durato 9 anni: centinaia
    di lettere scritte con cadenza regolare dalla nonna Lina e dalla
    sua nipotina Anneliese, destinate ai parenti ‘italiani’, nelle
    quali parole tragiche, strazianti e intime, ricche di speranza e
    di dignità ma anche di terrore, descrivono il lento ma
    inesorabile tragitto, umiliazione dopo umiliazione, verso la
    deportazione e la morte. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte