Venezuela: attentato Maduro, 8 anni a ex deputato oppositore

Ago 4, 2022

Condividi l'articolo

(ANSA) – CARACAS, 04 AGO – Juan Requesens, ex deputato
dell’Assemblea nazionale e leader del partito di opposizione
Primero Justicia, è stato condannato oggi a otto anni di
reclusione per il reato di “cospirazione” in un processo per il “tentato omicidio” del presidente del Venezuela, Nicolás Maduro,
con l’utilizzazione di droni, il 4 agosto 2018 a Caracas.
    A rendere pubblica la notizia è stato l’avvocato di
Requesens, Joel García, che non ha esitato a definire “arbitrario” il processo conclusosi oggi, annunciando che il
collegio di difesa presenterà ricorso contro la sentenza.
    Questo perché, ha spiegato, attraverso il processo non è
stato possibile provare che Requesens, 33 anni, è stato
responsabile dei crimini di cui è accusato. “Juan è innocente –
ha assicurato in una intervista radiofonica – perché in quel
processo non è stato possibile provare nulla, lo dico ben
consapevole delle mie dichiarazioni”.
    Oltre a Requesens, altri 18 imputati, 16 civili e due
militari, sono stati giudicati colpevoli e condannati al carcere
per l’attacco contro Maduro, avvenuto sulla Avenida Bolívar di
Caracas in una cerimonia per l’anniversario della Guardia
nazionale.
    In quell’occasione, oltre a Maduro c’erano la moglie, Cilia
Flores, alti funzionari pubblici, membri del governo e delle
Forze armate.
    “Tutti gli imputati – ha infine detto l’avvocato – sono stati
giudicati colpevoli, alcuni anche con una pena di 30 anni di
reclusione”.
    Da parte sua il tribunale ha anche firmato un ordine di
arresto ed estradizione per Julio Borges, fino a qualche tempo
fa capo delle Relazioni internazionali del governo
dell’autoproclamato presidente ad interim venezuelano Juan
Guaidó, e di Osman Delgado Taboskyc, presunto finanziatore del
gruppo che ha guidato il fallito attacco contro Maduro. (ANSA).
   


Fonte originale: Leggi ora la fonte