Via libera in Gb a terza dose anche ai 40enni

Nov 15, 2021

  • Condividi l'articolo

    Via libera degli esperti britannici che assistono il governo di Boris Johnson nelle indicazioni sulla pandemia all’ampliamento della somministrazioni delle terze dosi di richiamo dei vaccini anti Covid anche alla fascia di età dai 40 anni in su. Lo hanno annunciato oggi in un briefing tre due consulenti governativi accademici e la responsabile dell’agenzia del farmaco del Regno Unito (Mhra).
     
    Il Paese ha già somministrato 12,6 milioni di terze dosi (finora riservate agli over 50, più vulnerabili e personale sanitario) e secondo gli esperti queste hanno garantito agli ultrasessantenni “un 90% di protezione” extra dall’infezione.

    Mentre la quarta ondata della pandemia continua a colpire l’Europa, e soprattutto i Paesi dell’est, in Austria è scattata l’annunciata stretta contro i no vax. Il cancelliere Alexander Schallenberg ha parlato ieri di “una situazione grave” e di un livello “vergognoso” di immunizzazioni nel Paese. “Dobbiamo aumentare il tasso di vaccinazione. È vergognosamente basso”, ha detto: “Non facciamo questo passo a cuor leggero ma purtroppo è necessario”. Circa il 65% della popolazione è completamente vaccinato contro il Covid, riporta il Guardian, secondo il quale si tratta di uno dei tassi più bassi dell’Europa occidentale.

    Intanto, Israele inizierà nei prossimi giorni le vaccinazioni anti Covid per i bambini di età compresa fra 5 e 11 anni. Lo ha reso noto il direttore generale del ministero della Sanità, Nachman Ash, che ha così accolto una raccomandazione di un team di esperti israeliani nella lotta alla pandemia.

    In Francia l’uso della mascherina torna ad essere obbligatorio da oggi nelle scuole elementari con l’obiettivo di bloccare l’aumento dei contagi legati al coronavirus. Finora, l’uso della mascherina era obbligatorio in 61 dipartimenti francesi ma da oggi la disposizione viene estesa al livello nazionale.

    E la Cina mira a vaccinare contro il Covid-19 tutti i bambini di età compresa tra i 3 e gli 11 anni, pari a circa 160 milioni, entro la fine dell’anno: oltre la metà, 84,39 milioni, ha già ricevuto la prima dose, mentre in 49,44 milioni hanno completato l’intero ciclo, ha annunciato ieri la Commissione sanitaria nazionale, secondo il Quotidiano del Popolo.

    In Svizzera la polizia cantonale del Vallese è intervenuta nella notte tra sabato e domenica scorsi per sfollare i partecipanti ad un ‘goa party’ che si svolgeva nel bosco di Finges, a cavallo tra i comuni di Sierre e Loeche. Circa 400 persone si erano radunate nella foresta per ballare e ascoltare musica ad alto volume, senza avere l’autorizzazione da parte delle autorità comunali.


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Bonucci, ‘speravamo nel primato, obiettivo minimo i quarti’

    Bonucci, ‘speravamo nel primato, obiettivo minimo i quarti’

    (ANSA) - TORINO, 08 DIC - "Ci speravamo che potesse succedere: dovevamo pensare a noi e non a ciò che capitava in Russia, è stato bello festeggiare alla fine insieme ai nostri tifosi": così Leonardo Bonucci commenta la qualificazione agli ottavi di finale della...

    E. League: Leicester ha 7 positivi al Covid, niente Napoli

    E. League: Leicester ha 7 positivi al Covid, niente Napoli

    (Vedi ' E. League: Rodgers, tanta assenze...' delle 19:21) (ANSA) - NAPOLI, 08 DIC - Il Leicester ha sette calciatori positivi al Covid, che quindi domani non potranno giocare contro il Napoli nell'ultima giornata del girone di Europa League.    "Sono...