Viaggi e vacanze nel mirino di un’intensa campagna hacker

Giu 16, 2022

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – MILANO, 15 GIU – Con l’avvicinarsi delle vacanze
    estive si intensificano le campagne degli hacker in tutto il
    mondo. Stando alle ultime ricerche della società di sicurezza
    informatica Bitdefender, già dallo scorso marzo le attività di
    spam a tema viaggi e vacanze sono aumentate a livello
    internazionale, con le caselle di posta degli utenti che si sono
    riempite di messaggi che spingono a cliccare su link malevoli e
    aprire file, nel tentativo di violare i sistemi presi di mira.
        In particolare, le vittime si trovano negli Stati Uniti (37%),
    Irlanda (18%), India (12%) e Regno Unito (9%). I criminali
    informatici stanno usando diverse modalità per ingannare i
    navigatori. Tra tutte le email phishing, ossia comunicazioni
    truffa che utilizzano parole chiave legate alle vacanze estive e
    alle compagnie aeree più popolari (Delta, American, United,
    Alaska) e l’invio di messaggi “urgenti” di fatture o transazioni
    con carta di credito, che inducono gli utenti a scaricare
    malware. I filtri antispam e antimalware di Bitdefender hanno
    rilevato anche una campagna particolarmente pericolosa in cui i
    criminali, fingendosi popolari catene alberghiere internazionali
    e operatori turistici, trasmettevano in realtà virus in grado di
    rubare le credenziali. I nomi dei marchi impersonati includono
    Accor Hotels, Panorama Tours, Meritus Hotels e molti altri.
        (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Ucraina: media, attacco missilistico su Kiev

    Alcune esplosioni sono state sentite all'alba a Kiev. Lo riferisce il Kiev Independent, che parla di tre deflagrazioni. Secondo quanto riportato sui social le esplosioni sarebbero state più numerose, almeno quattro, e sono state causate da missili da crociera russi:...

    Triplicano gli stoccaggi di gas giornalieri

    Triplicano gli stoccaggi di gas giornalieri

    Nessuno si aspettava fosse facile, ma la corsa verso il 90% di stoccaggi di gas pieni entro ottobre può diventare una specie di scalata all'Everest per l'Italia. Tutto è complicato dal taglio delle forniture russe, dai prezzi esosi del gas e ora anche dai contestatori...