Vigilessa uccisa: restano in carcere le figlie e Mirto

Set 29, 2021

  • Condividi l'articolo

    (ANSA) – BRESCIA, 29 SET – Rischio di reiterazione del reato
    e rischio di inquinamento probatorio. Su queste basi il gip del
    tribunale di Brescia Alessandra Sabatucci ha confermato la
    detenzione in carcere per Paola e Silvia Zani e Mirto Milani, i
    tre accusati della morte dell’ex vigilessa di Temù, nel
    Bresciano, Laura Ziliani. Il ‘trio criminale’, come viene
    definito nelle carte dell’inchiesta, ieri si era avvalso della
    facoltà di non rispondere nel corso dell’interrogatorio di
    garanzia. (ANSA).
       


    Fonte originale: Leggi ora la fonte

  • Portuali Trieste, dietrofront, la protesta continua

    Portuali Trieste, dietrofront, la protesta continua

    (ANSA) - TRIESTE, 17 OTT - Dietrofront del Coordinamento dei portuali triestini che, dopo il comunicato diffuso in serata, confermato dalla conferenza stampa tenuta dal leader Stefano Puzzer, è tornato sulla propria decisione sostenendo in un breve messaggio sui...

    Verona: Tudor, ci prendiamo primo tempo e lavoriamo

    Verona: Tudor, ci prendiamo primo tempo e lavoriamo

    (ANSA) - MILANO, 16 OTT - "Un vantaggio di 2-0 non lo vogliamo più, è già la terza volta": lo dice sorridendo Igor Tudor, a Dazn, al termine della sconfitta subita dal Milan a San Siro dopo che il suo Verona era riuscito a conquistare un doppio vantaggio nel primo...